Perdita dei capelli e alopecia: che fare?

Molto più rara rispetto alla comune calvizia, l’alopecia areata è una vera e propria patologia che a Cava de’ Tirreni è possibile affrontare con trattamenti specifici al fine di giungere ad una soluzione di un problema comunque molto complesso e dalle dinamiche non ancora ben chiare.

L’alopecia areata a Cava de’ Tirreni è un disturbo cronico che consiste essenzialmente nell’infiammazione dei follicoli piliferi principalmente del cuoio capelluto ma può riguardare anche il resto del corpo. Questa patologia si manifesta con la perdita di capelli (o peli) in definite aree (da qui il nome) di forma tondeggiante soprattutto della testa in casi più gravi anche in un’area molto più estesa o addirittura in tutto il corpo.

A differenza della classica calvizie o alopecia androgenetica che colpisce per lo più uomini di una certa età, l’alopecia areata colpisce senza apparenti differenze entrambi i sessi e si manifesta per lo più in età giovanile.

Le cause di questa patologia non sono certe ma hanno quasi certamente una componente genetica per cui esiste una certa predisposizione per questa patologia che con molta probabilità rientra nel novero delle malattie autoimmuni: sono infatti le nostre stesse cellule immunitarie, i nostri stessi anticorpi che mettono in atto una reazione anomala e finiscono per attaccare i follicoli piliferi causando la perdita di capelli e di peli in genere.

Se da un lato l’alopecia areata a Cava de’ Tirreni è un disturbo che in molti casi tende a risolversi da solo è altrettanto vero che si tratta di una malattia che può ripresentarsi più volte nel tempo per cui è importante diagnosticarla correttamente e individuare un percorso terapeutico adatto alla singola condizione dal momento che non esiste una ricetta valida per tutti i casi. Un gruppo di esperti del settore saprà consigliare il paziente nella scelta del miglior percorso terapeutico possibile per la propria situazione concreta: potrà rivelarsi utile l’utilizzo di farmaci oppure si potrà preferire un approccio diverso con l’impiego dei raggi UVA, o ancora del laser e così via.